D’amore e alienazione. Federico García Lorca e Nizar Qabbani a confronto

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Il video dell’incontro tenutosi il 15 giugno 2016 a cura di Paola Laskaris (docente di Letteratura spagnola presso l’Università degli Studi di Bari) e Silvia Moresi (docente di lingua araba e traduttrice): D’amore e alienazione. Federico García Lorca e Nizar Qabbani a confronto

Più un poeta è libero, più si sente uno straniero
Murid al-Barghuthi

Una chiacchierata informale su due grandissimi poeti della poesia mondiale, Federico García Lorca (1898-1936) e Nizar Qabbani (1923-1998), poeti anticonformisti e per questo spesso “stranieri” nelle proprie società.
L’amore “oscuro” di Lorca si riflette nell’amore malinconico di Nizar Qabbani; per entrambi i poeti, accusati di immoralità e blasfemia, questo sentimento libero e passionale, e per questo eterodosso e contrario a ogni vincolo sociale, è spesso causa di profonde crisi e di un insanabile sentimento di alienazione.
Il messaggio etico-politico in Lorca e Qabbani, slegato da ogni appartenenza partitica, è fondato su una vera e propria repulsione per ogni forma di autoritarismo e società tradizionalista e conservatrice.
Dalla Spagna al Medio Oriente, la poesia è resistenza contro la degradazione dell’essere umano, oppresso e svilito dalle logiche violente del potere o dal complice silenzio delle convenzioni sociali. 

13329464_1149858595058552_8604485780063878591_o

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Add a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *